mercoledì 24 gennaio 2018

Nella nostra scuola l’ associazione “Donne Insieme” centro anti-violenza Renata Fonte



Martedì 16 Gennaio 2018 nella nostra classe sono venute a trovarci una psicologa di nome Silvia e un assistente sociale di nome Francesca. Loro fanno parte  dell’associazione “Donne insieme”, centro anti-violenza Renata Fonte.
Sono state due ore nella nostra classe e ci hanno parlato dell’importanza  del rispetto; a noi che avevamo studiato da poco l’illuminismo è venuto in mente di associare  la frase di Voltaire:
Disapprovo ciò che dici ma difenderò fino alla morte il tuo diritto di dirlo”.
Dopo ci hanno consegnato un questionario che riguardava le differenze di genere e la violenza.
Abbiamo anche  parlato del cyber-bullismo e del bullismo in generale. Questo argomento ci ha interessato in modo particolare e molti di noi sono intervenuti raccontando vari episodi successi in classe quest’anno e l’anno scorso.
 Le dottoresse Silvia e Francesca  ci hanno inoltre raccontato che sono state ad un incontro il 25 Novembre in cui c’erano circa 1000 donne, tra queste donne c’era una ragazza di 18 anni: Alice Masala. Lei, quando aveva la nostra età , ovvero 12 anni, è stata  vittima di cyber-bullismo. Abbiamo visto un filmato in cui Alice racconta la sua storia … Da ragazzina alcuni bulli la chiamavano con dei nomignoli che non la rispecchiavano, quando andava a scuola tutti la evitavano e lei non capiva il motivo di tutto questo. Si isolava, ascoltava musica e si sentiva abbandonata da tutti. Però Alice ha detto anche delle frasi bellissime, una mi è rimasta impressa:
si deve preferire sempre la Vita piuttosto che la morte
 Una cosa che però Alice ha sbagliato è sicuramente tenersi tutto dentro e non confidarsi con le persone che la potevano aiutare come i genitori, gli insegnati o anche gli amici.
Infine abbiamo scritto su  alcuni post-it i nostri pensieri su tutto quello di cui abbiamo parlato.
Io penso che questo incontro sia servito molto, perché è stato un momento di confronto. Ognuno di noi ha raccontato la sua esperienza e le esperte ci hanno ascoltato e ci hanno dato dei consigli utili.

Benedetta Monticchio
2 D Scuola secondaria di primo grado “S. Pompilio M. PIRROTTI”

domenica 14 gennaio 2018

INTRECCI SOLIDALI



Il 20 novembre scorso, in occasione della Giornata Internazionale dei diritti dell’infanzia, tutti gli alunni dell’Istituto Comprensivo “Teresa Sarti” di Campi Salentina, con la supervisione dei docenti e il coordinamento della prof,ssa Mariangela De Santis e delle inss. Carla Dello Preite, Vita Arnesano e Maria Flora Borelli, hanno allestito, nei vari plessi, “mercatini solidali”.
È stato un segnale tangibile e reale di quanto i nostri alunni abbiano compreso, che donare e prodigarsi per gli altri arricchisce prima di tutto se stessi.
Numerosi sono stati gli intrecci di materiali, storie, esperienze, emozioni che hanno reso moltissimi alunni i veri protagonisti di questo progetto.
Un ringraziamento particolare va ai genitori che come sempre si sono dimostrati disponibili e collaborativi.


sabato 6 gennaio 2018

INTRECCI DI STORIE ED EMOZIONI: La scuola dell'Infanzia

Per la festa del Natale la Scuola si è trasformata in un laboratorio finalizzato alla realizzazione di intrecci di pace e di solidarietà. Stelle, fili, angeli, l’albero con i suoi addobbi nel giardino, disegni, letterine, parole appesi nelle nostre aule. Storie di eroi che aiutano a creare un clima sereno e ricco di affetti che hanno veicolato il nostro messaggio d’amore.

Archivio blog